L’esame del liquido seminale altrimenti indicato come SPERMIOGRAMMA, rappresenta lo strumento diagnostico indispensabile per la valutazione delle caratteristiche dell’eiaculato. Il seme maschile è un fluido rilasciato dal pene durante l’eiaculazione alla cui composizione contribuiscono tutti gli organi dell’apparato riproduttore e comprende gli spermatozoi provenienti dall’epididimo e dal testicolo e i fluidi derivanti dalla prostata e dalle vescicole seminali (Fig 1).

L’esame dello sperma prevede che vengano verificate le proprietà chimico-fisiche del liquido seminale: il volume, il pH, la capacità di fluidificazione del seme (Fig. 2) e la sua viscosità(Fig 3-4), tutti parametri che possono essere valutati macroscopicamente.

 

L’osservazione al microscopio dell’intera componente cellulare dello sperma consente di valutare la concentrazione(Fig. 5), la motilità (Fig. 6) e la morfologia degli spermatozoi presenti nello sperma, nonché la presenza di cellule epiteliali dei dotti delle vie genitali, di eventuali emazie, di cellule germinali e di leucociti, utili a descrivere completamente il campione seminale in tutti i suoi aspetti. Dall’accuratezza delle informazioni raccolte dipende la migliore comprensione delle cause di infertilità ed il trattamento terapeutico più appropriato. I parametri ottenuti vengono, quindi, confrontati con i valori standard proposti ed approvati dal WHO ( World Health Organization, l’Organizzazione Mondiale della Sanità) per poter dare una diagnosi corretta e riconosciuta in tutto il mondo. Bisogna far riferimento, a tal proposito attenersi ai valori riferiti nel WHO del 2010. Il Liquido seminale che rispetti i parametri di normalità è  caratterizzato da: volume=1,5 ml e pH>7,2

 

  • Concentrazione di spermatozoi per eiaculato: 39 Milioni
  • Concentrazione seminale: 15 Milioni/ml
  • Motilità totale (PR-NP): 40% spermatozoi con progressione rettilinea e di spermatozoi con motilità non progressiva d un’ora dall’emissione
  • Morfologia: 4% o più di forme normali
  • Vitalità: 58% o più di spermatozoi vivi
  • Leucociti: < 1 Mil/ml
  • Mar Test: < 50% di spermatozoi mobili con particelle adese.

Se i parametri registrati per il liquido in esame, rientrano nei limiti previsti secondo quanto appena descritto si profila una condizione di Normospermia, altrimenti si possono profilare differenti condizioni. La nomenclatura prevista dal WHO stabilisce che si è in presenza di:

OLIGOSPERMIA o Oligozoospermia quando la concentrazione totale degli spermatozoi è inferiore al limite minore di riferimento, ASTENOSPERMIA o Astenozoospermia se la percentuale di spermatozoi dotati motilità progressiva si discosta dai valori previsti dal WHO e risulta ridotta, TERATOPERMIA o Teratozoospermia quando il numero di forme normali presenti nel liquido seminale è inferiore al 4%. L’OLIGOASTENOTERATOSPERMIA (OAT) connota la presenza di alterazioni a carico di tutte e tre le variabili. La completa mancanza di spermatozoi nel liquido seminale viene indicata con il termine AZOOSPERMIA, quando gli spermatozoi sono assenti dalla preparazione a fresco ma presenti nel pellet ottenuto dopo centrifugazione si parla di CRIPTOZOOSPERMIA, mentre la completa assenza di sperma prende il nome di ASPERMIA.

L’esame microbiologico del liquido seminale o SPERMIOCOLTURA è indispensabile per la valutazione sia qualitativa che quantitativa degli agenti infettivi. L’isolamento del ceppo patogeno è seguito da un antibiogramma con la finalità di stabilire la selettiva sensibilità agli antibiotici, in modo da disegnare un trattamento dedicato evitando l’inutile utilizzo di antibiotici ad ampio spettro.

I DOSAGGI ORMONALI

L’ORMONEFOLLICOLOSTIMOLANTE(FSH) viene secreto dall’ipofisi sotto l’influenza dell’ormone stimolante ipotalamico (LH-RH) e degli organi bersaglio rappresentati dai testicoli. l’FSH interviene nella spermatogenesi e va dosato per consentire la diagnosi di una eventuale insufficienza testicolare (ipogonadismo).

L’ESTRADIOLO è un ormone importante da monitorizzare, è prodotto dai testicoli oltre che dalle ovaie ed in minima parte dalla corteccia surrenale. E’importante effettuare dosaggio dell’estradiolo in quanto un aumento dei livelli rispetto ai valori di normalità può essere suggestivo di tumori testicolari. Il dosaggio può essere effettuato mediante prelievo venoso per il quale non è richiesto digiuno.

L’ORMONELUTEINIZZANTE(LH) è prodotto dall’ipofisi, nell'uomo agisce come stimolo per la spermatogenesi e la produzione di testosterone.

La PROLATTINA è un ormone prodotto e secreto dall’ipofisi, la valutazione dei livelli di questo ormone è opportuna nei casi di infertilità, di impotenza e di alcuni adenomi ipofisari. A tale scopo è necessario effettuare un prelievo venoso che non deve avvenire immediatamente dopo un pasto.

Il TESTOSTERONE è un ormone prodotto in grossa parte dalle cellule di Leydig nel testicolo. Agisce sulla maturazione degli spermatozoi nei testicoli ed influenza la qualità e la quantità dello sperma prodotto poiché agisce sulle vie seminali e sulla prostata. E’ importante procedere alla valutazione dei livelli di questo ormone che contribuisce a garantire la fertilità.

Le INDAGINI ECOGRAFICHE sia della prostata che del testicolo( Fig 8-9) sono necessarie ad evidenziare eventuali anomalie anatomiche o funzionali di tali organi.

L’ESAME CITOLOGICO TESTICOLARE per aspirazione degli spermatozoi dall’epididimo (Fig. 10) e la BIOPSIA TESTICOLARE con escissione di minimi frammenti tissutali prelevati dai vari distretti testicolari, consentono di evidenziare la presenza o meno di spermatozoi, in casi in cui lo spermiogramma ed il trattamento di centrifugazione non ne hanno evidenziare la presenza nell’eiaculato (Fig.11-12).

INDAGINI DI APPROFONDIMENTO

Il TUNEL ASSAY è l’unico test di valutazione dell’integrità del DNA spermatico al momento attendibile. E’ una tecnica di rilevazione diretta del danno al DNA perché in grado di evidenziare e quantizzare, nella popolazione nemaspermica quelli caratterizzati da frammentazione del DNA. Il Tunel assay può evidenziare spermatozoi con anomalie a livello genomico anche in popolazioni di spermatozoi che tradizionalmente verrebbero definiti normali. Sfortunatamente non è una metodica di facile esecuzione e richiede delle apparecchiature dedicate e costose e quindi non di ampia diffusione (Fig 13).

Il MAR test unitamente ad altri test immunologici è volto a verificare la presenza di anticorpi adesi alla superficie degli spermatozoi che potrebbero interferire con la loro capacità fertilizzante

La FISH eseguita sugli spermatozoi consente di realizzare una valutazione della percentuale di spermatozoi con corretto assetto cromosomico. La valutazione viene eseguita in microscopia a fluorescenza utilizzando delle sonde specifiche che vanno a riconoscere i cromosomi 13, 18, 21, e quelli sessuali X ed Y in modo da poterli contare. Negli assetti cromosomici normali tutti i cromosomi sono in singola copia, per un totale di 23. Ci possono essere delle alterazione numeriche per la presenza di una copia in più di un cromosoma o per la mancanza di un cromosoma (Fig 14).        Nel primo caso se lo spermatozoo feconda un ovocita l’embrione presenta una trisomia, nel secondo caso una monosomia. Le trisomie in genere comportano delle grosse alterazioni a livello del feto con pesanti ricadute sullo sviluppo morfologico e mentale, ma possono essere compatibile con la vita ( come nel caso della trisomia 21 o sindrome di Down). Poter prevenire l’insorgenza di tali problematiche sarebbe un obiettivo importante da raggiungere; sfortunatamente l’utilizzo di tale tecnica non consente di poter selezionare lo spermatozoo sano da utilizzare per la fecondazione dell’ovocita, ma consente soltanto di fornire informazioni aggiuntive circa la causa dell’alterata fertilità e degli aborti ripetuti.

per contatti

Infoline h24:

(+39) 081 8715084

(+39) 081 8707081

(+39) 0828 371516

(+39) 348 3759050

(+39) 340 4767767

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

prenota ora!

Centro Embryos

Battipaglia
via Fiorignano Pal.Colosseum

Castellammare di Stabia
viale delle Puglie, 29
Napoli - Benevento - Avellino - Caserta - Campania

seguici su

brochure del centro