Le strategie terapeutiche dell’infertilità maschile sono alquanto controverse e non universalmente accettate data la peculiarità dei casi che possono incontrarsi in ambito andrologico.

Si consideri per esempio che:

il 50% dei casi di infertilità maschile si associa ad una anomalia dei parametri seminali idiopatica vale a dire senza chiara o nota origine.

La conoscenza di terapie in grado di curare l’infertilità maschile fondate su dati scientifici e su evidenze forti sono decisamente limitate ad un gruppo ristretto di pazienti sui quali la terapia chirurgica e quella medica ci si attende dia esito positivo. E’ il caso per esempio del trattamento dell’adulto affetto da ipogonadismo ipogonadotropo con gonadotropine (FSH). Per questi pazienti infatti c’è un recupero consistente dei parametri seminali in conseguenza del ripristino dei livelli ormonali.

Per questi motivi le coppie possono trovarsi di fronte a pareri e comportamenti contrastanti che esitano in approcci anche opposti: da un lato il ricorso immediato alle tecniche di PMA con la rinuncia ad ogni tentativo diagnostico sul maschio, dall’altra il ricorso a terapie empiriche, non fondate su alcuna evidenza scientifica che sottraggono inutilmente tempo ad una coppia la cui partner potrebbe essere vicina al declino fisiologico della propria fertilità.

Sono differenti i prodotti somministrati ai pazienti affetti da infertilità, ciascuno di questi ha un ragionevole razionale di impiego, ma le evidenze scientifiche del loro impiego sono ancora limitate.

L’utilizzo di Antiossidanti trova una sua spiegazione nel fatto che gli spermatozoi sono cellule estremamente suscettibili al danno indotto dallo stress ossidativo delle specie reattive dell’ossigeno, quali i radicali liberi, in virtù della composizione delle loro membrane cellulari particolarmente ricche di grassi polinsaturi. Tali sostanze vengono somministrate come supplemento alla dieta, con il ruolo di proteggere gli spermatozoi dall’insulto derivante dagli agenti ossidanti. Le sostanze più utilizzate sono il tocoferolo (vit E), il glutatione, l’acido ascorbico (vit C), i folati e le carnitine che oltre a proteggere la cellula dal danno ossidativo possono aumentare motilità ed energia cinetica degli spermatozoi. Gli uomini infertili potenzialmente candidati alla terapia antiossidante sono dunque quelli con fattori di stress ossidativo importante (flogosi, varicocele, OAT con elevata immaturità spermatica e presenza di residui citoplasmatici, fumo, esposizione a fonti di calore ed inquinamento). La diagnosi rappresenta un momento importante per la selezione dei candidati a tale terapia che viene effettuata realizzando tutti esami suggestivi di flogosi quali ecografie ed esami citologici a fresco dopo massaggio prostatico. In tale senso le innovative metodiche che valutano la frammentazione  del DNA negli spermatozoi (Tunel test, Halosperm, test di birifrangenza) diretta conseguenza dello stress ossidativo, vanno a completamento di tali indagini.

La somministrazione di Gonadotropine (indifferentemente umano o ricombinante) nell’ individuo infertile normogonadotropo è alquanto controversa. L’FSH è un ormone indispensabile per una spermatogenesi qualitativamente e quantitativamente normale. L’efficacia ampiamente documentata del suo impiego nell’ipogonadismo ipogonadotropo, associato alla HCG, fa si che spesso venga impiegato nella infertilità idiopatica. Alcuni studi mostrano miglioramenti seminali dopo terapia in maschi non ipogonadici, altri invece non mostrano variazioni positive e comunque pochi studi esaminano i risultati in termini di tasso di gravidanza. Si possono ad oggi ipotizzare quali criteri di selezione dei pazienti come candidati per la terapia con FSH i casi con alterazioni spinte del liquido seminale, livelli di FSH <6,86, assenza di fattori patogenetici chiari dopo ecografia.

La somministrazione del testosterone, indispensabile per la spermatogenesi, ha come razionale la finalità di stimolare in maniera diretta la spermatogenesi, influenzare il trasporto e la maturazione degli spermatozoi epididimari.

per contatti

Infoline h24:

(+39) 081 8715084

(+39) 081 8707081

(+39) 0828 371516

(+39) 348 3759050

(+39) 340 4767767

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

prenota ora!

Centro Embryos

Battipaglia
via Fiorignano Pal.Colosseum

Castellammare di Stabia
viale delle Puglie, 29
Napoli - Benevento - Avellino - Caserta - Campania

seguici su

brochure del centro