Il Centro New Life in Embryos offre alle coppie che intraprendono la PMA un percorso di accompagnamento psicologico volto a creare le condizioni psico-fisiche ottimali e tali da incrementare  le potenzialità riproduttive. L’affiancamento psicologico all’equipe medica permette di non trascurare tutte le dinamiche che si nascondono dietro la richiesta di fecondazione assistita: accanto ad un corpo che fa i conti con l’infertilità e che chiede degli interventi pratici e mirati, c’è una mente che fa i conti con un tessuto emotivo variegato fatto di  impotenza, frustrazione, delusione, vergogna ma anche di  desiderio, illusione e onnipotenza.

Diviene necessaria la presa in carico della coppia e/o dei singoli membri di quest’ultima all’interno di un percorso che affronti tre tappe fondamentali:

1)    Accoglienza e raccolta anamnestica.

 Il desiderio di un figlio non è associato solo ad  emozioni quali gioia, entusiasmo, felicità. La notizia di un “altro”, il bambino, a cui pensare è inevitabilmente accompagnata, soprattutto per la futura madre, anche da ansie, paure e fantasie:  ad un corpo in cambiamento, difficile da gestire e da accettare, si affiancano fantasmi spesso legati alla propria infanzia che richiedendo una riorganizzazione relativa al proprio ruolo di figlia nel rapporto con la propria madre  quale base su cui costruire una nuova maternità. A ciò si uniscono fantasie e timori ugualmente presenti nel futuro padre. Una nuova vita è sempre una sfida per la coppia che si trova a ricoprire il duplice ruolo di coppia coniugale e coppia genitoriale: diviene necessario costruire una nuova armonia che contempli il passaggio dalla coppia alla triade. Spesso l’infertilità  può avere quindi delle concause psichiche dovute alle dinamiche sopra descritte  che è opportuno valutare, analizzare ed affrontare accanto alle indagini mediche soprattutto nei casi  di poliabortività precedente e successiva alla richiesta di PMA.

 

2)    Accompagnamento alla PMA.

Accanto alle dinamiche che naturalmente si presentano unitamente al desiderio di un figlio, le coppie che richiedono una PMA devono affrontare ed analizzare principalmente  il “lutto procreativo”: le reazioni possono essere molteplici e spesso variano all’interno della coppia; difficilmente i membri della coppia fanno una richiesta di PMA mossi dagli stessi desideri, dalle stesse aspettative poiché i tempi di elaborazione del lutto procreativo sono personali e non sempre coincidono. Tutto questo può minare la stabilità della coppia già messa alla prova dal  percorso di procreazione medicalmente  assistita che  richiede  impegno costante, controlli periodici, tempi di attesa con annessi tempi di illusione, speranza ma anche delusione,  e frustrazione in caso di insuccesso.

 

3)    Evoluzione ed esiti.

Il sostegno psicologico è volto inoltre ad affrontare le dinamiche connesse agli esiti della PMA. L’arrivo di una gravidanza così desiderata apre la porta a diverse  tematiche: il figlio così tanto amato è frutto di tecniche e procedimenti fortemente voluti che tuttavia possono aver scosso l’intimità della coppia; occorre valutare ed aiutare la coppia ad elaborare tale vissuto. La speranza e l’onnipotenza che accompagna i genitori durante la PMI, in caso di esito positivo, dovrà essere elaborata onde evitare che il figlio possa essere sovrainvestito di sogni, desideri e aspettative specifiche dei genitori che possono ostacolare la costruzione di una nuova identità, quella del bambino. In caso di esito negativo occorrerà elaborare ulteriormente il lutto procreativo ed accompagnare la coppia verso altre possibilità: accettazione di una creatività interna alla coppia che non passi necessariamente dalla generatività,  adozione.

 

Come la procreazione assistita richiede una coopresenza di tecniche mediche e psicologiche,  uno sguardo d’insieme al corpo e alla mente, allo stesso modo  occorre ricordare dinanzi ad un esito positivo alla PMA che  anche il compito genitoriale non si esaurisce ovviamente nella  giusta cura, alimentazione e  pulizia  del neonato, ma presuppone una disposizione genitoriale affettiva intesa come capacità di generare amore, sostenere la speranza, contenere la sofferenza e pensare. Questo è ciò che ci auguriamo di trasmettere ai futuri genitori.

per contatti

Infoline h24:

(+39) 081 8715084

(+39) 081 8707081

(+39) 0828 371516

(+39) 348 3759050

(+39) 340 4767767

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

prenota ora!

Centro Embryos

Battipaglia
via Fiorignano Pal.Colosseum

Castellammare di Stabia
viale delle Puglie, 29
Napoli - Benevento - Avellino - Caserta - Campania

seguici su

brochure del centro